Il formato PDF

Il formato PDF – un abito che va bene per tutte le occasioni

Tutto quello che già sapete ma forse anche no sul formato più versatile di Adobe

formato PDF | AmicoBIT Computer MontecatiniQuando, su vostra richiesta, abbiamo deciso di dare qualche veloce suggerimento su questo argomento eravamo convinti che sarebbe stata una cosa da ragazzi ma nel verificare dettagli, fonti e approfondimenti ci siamo resi conto che ci potevamo fare male: il formato PDF è stupendamente potente e probabilmente molti di noi lo sfruttano solo in minima parte.

In questo articolo ci limiteremo ad esaltarne i vantaggi e a dare qualche consiglio per creare correttamente un file in formato PDF.

PDF sta per Portable Document Format e nasce nel 1993 da Adobe Systems con l’intento di fornire uno standard per documenti testo/immagini che andasse oltre i limiti del PostScript. Il segreto della diffusione rapida del PDF sta nel fatto che si tratta di un formato aperto e nessun sviluppatore ha dovuto pagare i diritti ad Adobe per creare software che utilizzasse tale formato.

Oggi si possono creare documenti PDF con le comuni suite da ufficio (Microsoft Office, OpenOffice, LibreOffice) o con un semplice PDF printer driver che alcuni sistemi operativi integrano. Per la lettura è sufficiente lo stesso Acrobat Reader DC offerto gratuitamente da Adobe, mentre per ogni tipo di modifica si deve passare ad Adobe Acrobat a pagamento oppure si può far uso di applicazioni che convertono il PDF in documenti word, excel ed altri.

Quali sono dunque i principali vantaggi del formato PDF?

Sicurezza con la crittografia a 128 bit, compatibilità cross-platform che permette di leggere PDF da ogni device, buon rapporto qualità-peso del documento rispetto a qualsiasi altro formato, gestione di segnalibri, link interni ed esterni, campi per moduli, pulsanti per la navigazione, ingrandimento senza perdita di qualità, blocchi alla copia e alla stampa, può contenere tutti i componenti necessari alla visualizzazione del file (immagini, font, curve,…)

Tuttavia la potenza del formato si apprezza solo con adeguati strumenti, per cui eccoci con alcuni suggerimenti per ottimizzarne la dimensione:

PDF PRINTERS

Windows 10, come abbiamo detto, include finalmente l’opzione “Print to PDF” (Stampa come PDF) ma per il momento non consente di regolarne i parametri, mentre esistono altre soluzioni come PDFCreator (open source) o IrfanView  (freeware per uso non commerciale) che sfrutta l’opzione “Salva come PDF”.

TOOLS DI TERZE PARTI

Suggeriamo PDF Compressor che permette di comprimere più file contemporaneamente anche se sono protetti o crittografati.

In alternativa 4dots free PDF compress o il semplicissimo Free PDF Compressor (gratuiti per uso non commerciale)

APPLICAZIONI WEB

Con smallpdf.com probabilmente troverete risposta ad ogni possibile vostra esigenza in merito ai PDF tra cui la compressione, mentre con Neevia PDF Compress avrete maggior controllo su ogni opzione.

ADOBE ACROBAT PDF OPTIMIZER

Discorso a parte merita il tool che si trova all’interno di Adobe Acrobat DC (File > Save as > Optimized PDF in Acrobat XI Pro nel nostro caso) che permette di lavorare su ogni singolo aspetto e con il pulsante “Audit space usage” permette di capire quali sono gli elementi che occupano troppo spazio per poterli ridurre. Questo giochino costa però poco più di Euro 15 al mese; d’altronde non poteva essere altrimenti, Adobe è un’azienda non può dimenticarsi di fare profitto.

Potremmo parlare ad ore di questo argomento ma volevamo dare solo qualche suggerimento, se hai altre domande non esitare a contattarci in ogni modo possibile.

Nella nostra sezione dedicata ai software open source troverai un pò di tool utili anche per i PDF. Dai uno sguardo!

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI SU QUESTO ARGOMENTO

risponderemo senza impegno alle tue necessità

Prima di procedere leggi la nostra Informativa Privacy.