L’ultima password

L’ultima password

Trucchi per non cadere nella banalità di una password facile

Ogni volta che entra nel nostro punto vendita qualcuno che ha necessità di configurare su qualche device la propria posta elettronica o qualsiasi tipo di account abbiamo sempre timore della risposta alla nostra domanda di fornirci la password perchè sappiamo nella maggior parte dei casi l’utente non la ricorda o addirittura ne ignora l’esistenza. Spesso purtroppo sfugge anche lo stesso indirizzo di posta o il numero di telefono per il recupero della password. Non resta che mettersi seduti e con pazienza iniziare una serie di procedure lunghe e farraginose, così anche una semplice operazione da pochi secondi diventa un lavoro un po’ più complesso.

Oggi ogni operazione richiede una registrazione on-line con utente e password. Ecco che se creiamo una differente password per ogni nostro account diventa difficile se non impossibile ricordarle (e guai a metterle tutte uguali); per questa necessità esistono una serie di consigli e un tool che possono dare una mano a gestirle.

Ve li spieghiamo nel modo più semplice possibile.

peggiori password del 2017 - AmicoBIT Computer MontecatiniCome creare una password facilmente memorizzabile

Nell’immagine trovate la classifica delle password che nel 2017 son risultate più hackerate. Come vedete molte erano lì anche l’anno precedente.

L’idea è quella di tenere a disposizione 2 massimo 3 password da assegnare a seconda dell’importanza dell’account che si sta creando. Facciamo un esempio: mail, conto corrente, banco posta, account di questo livello richiedono una password seria e solida probabilmente anche scomoda mentre newsletter, account del mulino bianco e simili non necessariamente.

Premessa – CASE SENSITIVE

Spesso può capitare che si trovi scritto “password case sensitive” e vuol dire che quando si digita la password se scriviamo maiuscolo o minuscolo fa differenza; occorre quindi ricordare anche questo fattore. Esempio “AmiCObit” non è uguale a “amicobit”

Strumenti utili – ONLINE PASSWORD GENERATOR

Occorre anticipare che esistono molti websites che vengono in nostro aiuto come il generatore di password tipo Norton Identisafe che ci suggerisce come prima password utile “fe25!Ray8bA#Res$” o altri che misurano la qualità della nostra password come Kaspersky password Check. Siamo sicuri che sia difficilmente decriptabile, siamo certi che ce la scorderemo al prossimo capoverso.

COME NON DEVE ESSERE LA TUA PASSWORD

Diciamo semplicemente come regola base che la password non deve mai essere come il nome utente, un nome comune, una parola del vocabolario, la tua data di nascita o una serie di tasti consecutivi della tastiera.

ESISTE UNA PASSWORD IDEALE?

Ebbene si esiste, ma vanno seguite alcune regole fondamentali:

Innanzitutto la password ideale è di almeno 12 caratteri (anche se oramai conviene arrivare a 16) e contiene caratteri alfanumerici maiuscoli e minuscoli e caratteri speciali come ` ! ” ? $ ? % ^ & * ( ) _ – + = { [ } ] : ; @ ‘ ~ # | \ < , > . ? /.

COME COSTRUISCO UNA PASSWORD SICURA E SEMPLICE DA RICORDARE?

Partiamo da una frase semplice che puoi ricordare con facilità “la gatta frettolosa fece i gattini ciechi”

Prendiamo i primi 2 caratteri di ciascuna parola superiore a 2 lettere “la ga fr fe ga ci”

La password non deve contenere spazi inseriamo quindi un carattere speciale come il simbolo della percentuale “la%ga%fr%fe%ga%ci”

Alterniamo lettere maiuscole a minuscole “La%Ga%Fr%Fe%Ga%Ci”

Volendo possiamo sostituire alcune lettere con simboli le “a” con “@”, le “s” con “$”, le “o” con “0”, le “i” con “!”. In questo modo sarà molto difficile dimenticare la tua password.

LA SOLUZIONE DEFINITIVA SENZA PENSIERI

Per tutti coloro che non hanno proprio voglia di ricordare numerose password ci teniamo a segnalare un software davvero utile che si chiama Lastpass. La versione gratuita permette di memorizzare in maniera sicura massimo 10 account e la versione premium che non ha questo limite costa 20 Euro all’anno per l’utente e 40 Euro per le famiglie fino a 6 utenti. Il software risolve a tutto tondo il problema delle password perché prima genera password sicurissime e poi se le memorizza. La memorizzazione finisce in cloud quindi è possibile riprendere le password da qualsiasi device (android, iOS, windows) ed in qualsiasi momento. Attenzione però per tenere le tue password al sicuro hai necessità di una password 😊 e quella te la devi ricordare. Quindi www.lastpass.com e se hai bisogno di spiegazioni o di una mano ad installarlo passa a trovarci.

risponderemo senza impegno alle tue necessità

Prima di procedere leggi la nostra Informativa Privacy.