LA TUA RISORSA PER L'INFORMATICA

HDD Vs SSD

HDD Vs SSD quale la scelta migliore?

Meglio una macchina diesel o una a benzina? Dipende!

Vogliamo affrontare la questione dello storage, ovvero di come immagazziniamo i dati nel nostro computer; bisogna innanzitutto sapere che sebbene l’SSD (Solid State Drive) sia tecnologia più recente rispetto al tradizionale HDD (Hard Disk Drive) non è sempre la migliore soluzione.

In molte persone, in un’era di corsa all’ultima release, si lasciano affascinare dalla tendenza generale, ma oggi AmicoBIT vuole darvi qualche informazione in più in modo che la vostra prossima scelta sia comunque consapevole.

AmicoBIT Computer Montecatini - HDD
L’HDD nasce nel 1956 per mano dell’IBM

HDD Vs SSD inizia lo scontro

Non vogliamo approfondire troppo quale sia la differenza tecnica tra i due supporti, basti sapere che mentre il tradizionale HDD contiene una serie di piatti coperti da un rivestimento ferromagnetico e i dati vengono letti e scritti da una testina che si muove in maniera molto veloce da un’area del disco a un’altra (immaginate la testina di un giradischi sul vinile), negli SSD le informazioni vengono memorizzate su una memoria flash le cui celle, non essendoci movimenti meccanici, sono velocemente accessibili.

Iniziamo con il dire che l’SSD a causa della natura non meccanica necessita di meno potenza ne consegue che su un computer portatile, oltre ai vantaggi standard, consente di avere una maggiore durata della batteria stimata nell’ordine del 10%. Gli stessi SSD sono resistenti agli urti in quanto non hanno testine che si possono danneggiare (va da sé che questo vale fino ad un certo punto).
In merito al punto più caldo, ovvero la velocità, gli ssd da alcuni test sono risultati mediamente maggiori in lettura di circa 55 volte per i dati sequenziali (grandi files) e di circa 220 su piccoli files (4kb).

AmicoBIT Computer Montecatini - SSD
L’SSD nasce nel 1976 (Dataram)

Sfatiamo infine un falso mito: fino a qualche anno fa girava voce che gli HDD fossero più longevi ma con le recenti tecniche di wear leveling (ovvero si scrive su ogni singola cella prima iniziare il secondo giro) e di bad block management (alcuni blocchi vengono riservati appositamente per sostituire blocchi danneggiati) inoltre c’è da dire che a differenza degli hard disk tradizionali le celle degli SSD si usurano solo in scrittura e cancellazione dei dati e non in lettura. Solo per dare una misura secondo alcune stime effettuate un SSD Samsung 850 Pro da 1GB può arrivare a circa 350 anni.

Vi domanderete a questo punto, dopo questo elogio dell’SSD, quale rimane l’utilità del tradizionale hard disk: semplice, nell’archiviazione mai demandare ad un unico disco la conservazione dei dati ma anzi è sempre bene pensare ad un sistema RAID ed in questo caso un sistema tradizionale può portare ad un risparmio del 60%.

Se quindi hai bisogno di un consiglio o di supporto e ti vuoi affidare a tecnici esperti puoi rivolgerti ad AmicoBIT. Puoi contattarci al numero 0572773791, scriverci a info@amicobit.com, whatsapparci al 3288889662 o ancor meglio passarci a trovare presso il nostro punto assistenza di Montecatini Terme.